SMALI

Paolo Smali

VENEZIA

Fa che io serva solo a me stesso, fa di me un arco dello spirito, fa che io non sia più rupe ma acqua e cielo, fa che io non sia una piramide ma clessidra per essere capovolta, che io non sia un oggetto ma un’estensione, che io non sia una pietra miliare dell’uomo ma della sua natura; fa che io non sia una vistosa virtù ma un oscuro grembo, fa che io non sia un peso ma una bilancia, che io non serva come una moneta per comodità pratiche, che io non resti nelle tre dimensioni dove si nasconde la morte, fa che io sia l’insondabile architettura per raggiungere l’universale”

Arturo Martini 



Stampa Stampa | Mappa del sito
Tutti i diritti riservati Paolo Smali Venezia